Lingua It En | Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Accedi / Registrati Blog

Tè Nero Indiano Assam


tea   the   infusi  

20,00
Quantità
1

Tè Nero Indiano Assam

Confezione da 100 gr.
100% NATURALE - LAVORAZIONE ARTIGIANALE

Si tratta di un raccolto speciale di Assam, molto pregiato; è un tè consistente ma per nulla tannico, dal sapore pieno e molto equilibrato. Una miscela che proviene dalla regione soleggiata di Assam, a nord-est dell’India, dove si producono tè dal gusto molto intenso. Deciso aroma di malto e leggero sentore di terra tipico dei migliori tè di questa regione.

Da conservare in un luogo asciutto e lontano dai raggi solari.

Portare a bollore la quantità di acqua pari ad una tazza da tè. Spegnere e aggiungere un cucchiaino di tisana. Lasciare in infusione per 10-15 minuti tenendo coperto. Filtrare e bere sempre calda, 2-3 tazze al giorno lontano dai pasti.

Potrebbero interessarti...

Infuso di Angelica

Infuso di Angelica Gr. 100 (dose per 10 litri) 100% NATURALE - LAVORAZIONE ARTIGIANALE L'Angelica officinalis (arcangelica) è una pianta utilizzata in omeopatia per via delle proprietà amaro-aromatico, utile nelle dispepsie dovute in particolare a diminuzione della secrezione di succo gastrico. È un tonico cordiale in grado di risvegliare l'appetito e facilitare i processi digestivi. Viene, infatti, impiegato come stimolante dell'appetito nei disappetenti. Attività principali: antispasmodica; carminativa, antidispeptica; tonica Impiego terapeutico: dispepsia, anoressia; turbe psicosomatiche; dismenorrea Presenta anche attività spasmolitica il che ne giustifica, probabilmente, l'utilizzo nell'insonnia nervosa, nella dismenorrea, nella gastralgia, nei dolori cronici dello stomaco, dell'intestino e delle vie biliari ecc. Si tratterebbe, pertanto, di un buon antispasmodico che interviene favorevolmente ogni qual volta il fattore nervoso risulta essere alla base del disturbo funzionale. L'angelicina (furanocumarina) si è dimostrata anticonvulsivante, miorilassante e sedativa (esperimenti su cavia) mentre l'arcangelicina e i suoi derivati manifestano azione coronarodilatatrice. Viene anche segnalato l'impiego della pianta nel trattamento palliativo dell'ipofollicolinismo, per la supposta presenza di principi estrogenici. Radici e frutti possono essere impiegati, per le proprietà carminative, nelle affezioni gastrointestinali sotto forma di polvere (4-10 g) o infuso al 5%: più efficaci ancora gli steli freschi, particolarmente aromatici L'uso esterno, sotto forma di bagni o linimenti, nel trattamento dei dolori reumatici, ripreso dalla medicina popolare, sarebbe giustificato dalla presenza di polienine, dotate di proprietà analgesiche. Da conservare in un luogo asciutto e lontano dai raggi solari. Portare ad ebollizione un litro di acqua ed aggiungere 10 gr della miscela di erbe e farla bollire a fuoco lento con coperchio per 10-15 minuti circa. Bere da una a tre tazze al giorno.